Cartomanzia al telefono a basso costo

Paga con Carta di Credito! E' sicuro, economico, anonimo!

Gabriel, cartomante dell'Amore

Selina, cartomante dell'Amore

lunedì 15 maggio 2017

cos'è la cartomanzia

La cartomanzia è un metodo di divinazione effettuato tramite la consultazione di un mazzo di carte che possono essere normali carte di seme italiano o francese, tarocchi o speciali carte illustrate dette SibilleNel Medioevo le carte da gioco sono state occasionalmente usate a scopo divinatorio, ma in modo differente dall'uso nella cartomanzia moderna, poiché non assegnavano alle carte alcun significato ma si limitavano ad utilizzarle come strumento di scelta casuale. 
La cartomanzia ha origini piuttosto recenti rispetto ad altre forme di divinazione. Le prime testimonianze certe risalgono al 1770, data di pubblicazione a Parigi di Etteilla, ou la seule manière de tirer les cartes, dove l'autore, Etteilla, alias di Jean-Baptiste Alliette, spiegava l'uso delle normali carte da gioco francesi per predire l'avvenire. Qualche anno più tardi lo stesso Etteilla dava alle stampe Manière de se recréer avec un jeu de cartes nommées Tarot (Parigi, 1783-1785) dedicato alla divinazione per mezzo dei tarocchi.
Dopo Etteilla, la più famosa cartomante fu Marie Adélaide Lenormand (1768-1843), meglio nota come "Mademoiselle Lenormand". Da lei prende nome un particolare mazzo detto "Sibilla Lenormand".
Fu invece nell'Ottocento che la cartomanzia attirò le attenzioni di occultisti ed esoteristi, in quanto si iniziò diffusamente a ritenere che le carte avessero antichissime origini egizie e racchiudessero il sapere primigenio, l'unico vero.
I mazzi di carte usati a scopo divinatorio risultano essere diversi ed eterogenei, sia per origine che per quantità di "semi" e di figure. Si va dalle comuni carte da gioco e dai vari mazzi di Sibille italiane (La vera sibilla), parigine (Lenormand) e zigane (diffuse nel mondo di lingua tedesca), fino a un'infinità di mazzi di creazione più recente e studiati appositamente per l'uso divinatorio (tra i più noti e utilizzati troviamo l'Oracle Belline).
Tuttavia il mazzo più utilizzato allo scopo divinatorio è costituito dai tarocchi di Marsiglia, contenenti 78 carte.
Il principio base della cartomanzia, esercitata con ogni mazzo, si basa su un motto dell'alchimia: "Come sopra così sotto", intendendo il "sopra" come il grande universo metafisico, e il "sotto" come la realtà fisica del mondo intorno a noi.

lunedì 24 aprile 2017

Perché in amore non trovo la persona giusta?

Perché in amore non trovo la persona giusta?
cartomanzia dell'amore



Tutti noi o quasi ci siamo fatti almeno una volta nella vita questa domanda.
Probabilmente anche tu.
Non riesci a capire perché non trovi la persona giusta o la tua relazione continua ad andare male, nonostante tutti i tuoi sforzi.
Ti sei impegnata a leggere una miriade di libri e di blog per tentare di migliorare la situazione ma non è mai cambiato nulla.

Quando non trovi la persona giusta:
Ti hanno sempre detto di mettere in fila le caratteristiche che cerchi in una persona, quelle che per te sono fondamentali, come l'aspetto fisico, il carattere, le sue passioni, etc.
Quello che forse non ti hanno detto o non l'hanno fatto passare come estremamente importante è che deve renderti felice!

Come al solito hai in mente una persona perfetta ma ti innamori dell'esatto opposto. 
I primi periodi sono magari bellissimi, pieni di gioia, passione, poi le cose cambiano.....
E naturalmente tu inizi a soffrire, come al solito, perchè pensi al tuo sogno infranto ed al fatto che sei punto a capo.

Ti chiudi in te stessa e pensi che la soluzione ideale sia mettere un freno a tutto.
Ti blocchi ed impedisci a chiunque di potere entrare nel tuo cuore: ti convinci che l'amore non esiste così come la persona ideale, che l'amore non ti serva.
Quello che tu pensi è che ti possano bastare le coccole dei tuoi amici pelosetti: chi meglio di loro? ti amano in maniera incondizionata, ricambiano il tuo affetto e non ti tradiranno mai.
Se poi pensi all'età, al fatto di essere adulta da un pezzo e non essere più bella come una volta.....beh....si meglio chiudere la porta definitivamente.


A questo punto dovresti stare meglio..........ma è così?
Ti stai soltanto nascondendo e reprimendo, e per paura di soffrire non affronti ciò che la vita ti può offrire.
Vorresti qualcuno accanto a te con cui condividere i tuoi momenti belli e brutti, le tue passioni.
Senza nulla togliere a figli o a amici pelosetti, tutti vogliamo avere qualcuno accanto perchè non siamo fatti per vivere da soli

E' vero che si deve essere in grado di andare avanti anche da soli e stare bene con se stessi ma questa non è una condizione essenziale per vivere al meglio l'amore
Per vivere bene l’amore e trovare la persona giusta per te, la prima cosa da fare è capire cosa desideri veramente.
E con questo non intendo riferirmi all'aspetto fisico o agli hobbies.
Noi desideriamo avere accanto una persona simpatica, romantica, che ci riempia di attenzioni e ci renda felici.
 Ma allora perché scegliamo la persona sbagliata se desideriamo essere felici?
 Perché per felicità intendiamo probabilmente soltanto aspetti secondari, come quelli che ho elencato sopra. Queste sono caratteristiche superficiali che con il passare del tempo svaniscono e non concorrono a renderci felici.
All’inizio di una relazione ci sembra tutto bello ed affrontabile perchè siamo energici, carichi di emozioni forti..
Dopo qualche tempo iniziamo a vedere le cose diversamente e pensiamo che la persona sia cambiata.
Se vuoi essere felice devi capire quali sono i tuoi bisogni e i tuoi valori!

I tuoi bisogni

Va bene avere accanto una persona simpatica e bella, ma i tuoi bisogni non si fermano certo a questo. Spesso non sai nemmeno tu quali sono effettivamente!
I tuoi bisogni possono essere di sentirti protetta, sicura, di non sentirti sola, e così via.
Il problema è che non sai quali sono questi bisogni che ti portano a scegliere la persona giusta da avere accanto.

I Valori

Se vuoi una relazione davvero produttiva di felicità, devi cercare qualcuno che abbia i tuoi stessi valori. Se non avete gli stessi valori le cose non funzioneranno! 
I valori sono le cose più importanti per te. Desiderare dei figli non significa avere gli stessi valori. Neanche essere brave persone. Piuttosto come crescere i figli, oppure a cosa dare valore e cosa ritenere superfluo sono cose importanti.
Devi imparare a riconoscere negli altri i valori in cui credi, in alternativa se spererai di incontrare la persona giusta con la fortuna rischierai di incorrere di nuovo in un fallimento.

Ecco perchè se vuoi essere felice devi imparare a conoscere te stessa.





mercoledì 19 aprile 2017

s
e CONOSCI QUALCUNO CHE HA DOVUTO SUBIRE UNA SEPARAZIONE O SE CI SEI ADDIRITTURA PASSATA IN PRIMA PERSONA, SAPRAI GIÀ QUANTO SIA DIFFICILE GESTIRE LA MAREA DI SENTIMENTI CHE TI PIOMBANO ADDOSSO, OLTRE AI CAMBIAMENTI CHE QUESTA COMPORTA.

Ti può capitare di trovarti in questa situazione, magari con un figlio. Dovrai prendere tante decisioni, da sola, con l’intento di gestire nel migliore dei modi questo passaggio della tua vita. Ti ritroverai in una situazione del tutto nuova, spesso non semplice.
Ogni decisione è collegata alle altre, ogni azione ha una sua conseguenza e ogni esperienza ha un suo “ciclo di vita”: inizia, si sviluppa, arriva a maturità e si trasforma in qualcosa di nuovo.
Qualcosa di nuovo. Appunto.
Il nuovo può anche essere sinonimo di rinascita, di nuova opportunità: è così che si deve vedere questo cambiamento.
Si deve vedere la separazione in modo diverso, puntando l’attenzione sulle possibili opportunità che questa trasformazione ci può portare.
Detto così sembra davvero molto semplice, ma trasformare un evento di per sé doloroso in un qualcosa di edificante e positivo credo che sia una delle cose più difficoltose della nostra vita.
Tuttavia è possibile!
Ci sono dei passaggi che possono aiutarti in questo:
1°- STABILISCI QUALI DECISIONI/AZIONI FAVORISCONO LA TUA RINASCITA.
In base alle tue priorità (la serenità di tuo figlio, il tuo benessere personale, il tuo lavoro, etc) dovrai capire che cosa ti permette di raggiungere il tuo obiettivo. Hai la grande opportunità di scegliere, quindi, lasciando da parte momentaneamente le emozioni negative, pensa come rimetterti in gioco e sfruttare al meglio la tua situazione.
Ricorda di mettere da parte sensi di colpa e alibi: vivere prigioniera di questi ti limiterà e danneggerà.
2°- IMPARA LA LEZIONE.
Inutile stabilire chi è il colpevole. In una relazione, se le cose non vanno, il problema è di entrambi, anche se in misura diversa. Puoi scegliere di focalizzarti sulle colpe, e restare bloccata nella tua situazione alimentando la rabbia e la frustrazione. Oppure puoi scegliere di mettere da parte ciò che è passato ed imparare dai tuoi sbagli. In fondo, gli errori ci insegnano che strada percorrere. Non siamo vittime del nostro destino, possiamo costruirlo: quindi facciamolo!
3°- RICOMINCIA DA TE.
Scegli di essere felice e non di avere ragione.
Molto spesso rimaniamo attaccati ad una relazione ormai chiusa solo perché continuiamo ad alimentare sentimenti negativi, quali ad esempio la collera che può nascere da tante situazioni.
Questo crea ulteriore sofferenza e spreco di energie. Invece di sprecare inutilmente le proprie energie in un vicolo cieco, usiamole consapevolmente per ricostruire ciò che abbiamo perso: allentiamo la morsa e lasciamo andare ciò che ci danneggia. Scegliamo di essere liberi dalla rabbia e dal rancore, procediamo positivi!
4°- LAVORA SU DI TE: CAPIRSI, ASCOLTARSI, RESTARE IN EQUILIBRIO.
Tenta di raggiungere un equilibrio senza affidarti totalmente alla ragione o al cuore.
Impara ad ascoltare il tuo corpo, le tue necessità. Rifletti sulle tue azioni ed ascolta le sensazioni.
Lo sport, la meditazione, lo yoga, una passeggiata o qualsiasi attività che ti porti a contatto con il tuo corpo e la natura ti aiutano a ritrovare l’equilibrio perso e la coscienza di te stessa.